Lo stato dell’industria mobile al Q2 2012

GraficoUn altro trimestre è passato e tutte le aziende che amiamo di più – fatta eccezione per Sony – hanno pubblicato i report del periodo. Così ho preso carta e penna per aggiornare i dati sullo stato dell’industria mobile.

Ho comparato i ricavi ed il margine operativo – di settore – dei principali manufacturers di device mobile che comprendono dumbphone, smartphone, tablet e soluzioni multimediali. Dato che Apple detiene oltre il 60% del mercato delle tavolette, ho pensato di introdurre nei grafici anche il solo business dell’iPhone.

I dati sono stati raccolti dai report finanziari (GAAP) delle rispettive compagnie, reperibili con facilità online. Di seguito gli adattamenti operati:

  • Apple non divulga il margine operativo delle singole linee di prodotto [quello medio aziendale si attesta al 33,04% dei ricavi], per l’iPhone stimo il 45% mentre per l’ecosistema iOS – Apple TV esclusa – il 38% del rispettivo fatturato;
  • Samsung e LG pubblicano i report in valuta sudcoreana (KWR) mentre HTC in dollari taiwanesi (NT), i cambi fanno riferimento ai valori al 31 luglio;
  • Samsung pubblica i ricavi per la sola divisione mobile mentre il margine operativo include anche l’area telecomunicazioni che ha registrato perdite operative non dichiarate [i grafici riportano per prudenza il margine operativo complessivo della divisione che è quindi sottostimato];
  • RIM ha chiuso il trimestre il 2 giugno per cui è presente uno sfasamento temporale, non ho praticato alcun adattamento;
  • Sony rilascerà i dati del trimestre il 2 agosto, verrà aggiunta fra qualche giorno.

Partiamo con il primo grafico, se fate un confronto con lo scorso trimestre noterete la minore predominanza della casa di Cupertino. Sembra che Samsung sia almeno in parte responsabile del rallentamento della crescita di Apple. Lo chaebol coreano sta diventando un competitor formidabile.

Il divario fra le prime due compagnie e le seguenti è così elevato da non consentire la facile consultazione del grafico. Così ne ho creato un altro eliminando i “campioni”. Come possiamo vedere RIM ha subito un forte calo di fatturato ed è stata superata da HTC. Quest’ultima è cresciuta rispetto al Q1 ma è in calo del 58% year-over-year. Motorola sotto la gestione di Google è praticamente dimezzata, con le vendite scese a 1,250 miliardi di dollari. L’anno scorso la divisione mobile fatturava 2.400 milioni. LG è rimasta stazionaria.

Le uniche società in positivo sono Apple, Samsung e HTC. La ricchezza viene però “assorbita” quasi interamente dalle prime due.

Il disegno è chiaro. Chi era ricco è diventato più ricco, in particolare Samsung che sta cominciando a farsi sempre più agguerrita verso l’avversaria – e principale cliente – Apple. HTC lotta per rimanere a galla ed è ancora profittevole, ma sembra soffrire la competizione coreana. Tutti gli altri sono messi davvero male e rispetto ai tre mesi precedenti sono peggiorati. Nokia e RIM perdono più di mezzo miliardo a trimestre, per i loro CEO sarà davvero difficile riprendere in mano la situazione.

Dopo l’estate assisteremo ad alcuni lanci importanti – iPhone 5 e Windows 8 – che potrebbero mescolare le carte in tavola. La crescente concentrazione nel settore dimostra che la fase di maturità si fa sempre più vicina, quanti produttori dovranno cedere il passo alle due aziende di punta?

Update: come previsto sono usciti i risultati del secondo trimestre (solare, Q1 fiscale) di Sony. Mi aspettavo un brutto quarto per l’azienda e in effetti lo è stato. Purtroppo mi è impossibile integrare i dati perché l’azienda ha accorpato la divisione PC – i Vaio – con quella mobile. E in nessuna pagina del report mostra i dati disaggregati. Ho buoni motivi per pensare che Sony si posizioni fra Motorola e LG dato che la divisione Mobile Products & Communications fattura complessivamente 3,6 miliardi di dollari. Il margine operativo è negativo per 356 milioni. Il colosso giapponese non se la sta cavando bene e non credo abbia speranze di risalire la china nel breve termine.

  • http://www.isophist.com/ Emilio Orione

    Il discorso intrigante è perché Samsung? Perché gli unici produttori android che non perdono denaro sono samsung e in misura incredibilmente minore htc?
    Dal fatto che samsung fa più fatturato di apple e molto meno utile vediamo come la forza di samsung sia nei telefoni si smart ma di basso costo e di bassa qualità, la fascia alta che da più margine è di apple che prende il 71,8% dei guadagni del settore con un solo telefono.
    Ma di produttori di terminali android di basso costo e qualità ce ne sono tanti ed i clienti finali di questi telefoni difficilmente fanno i difficili sulla marca, per loro uno vale l’altro.
    Come mai samsung?

    Per conto mio due motivi.
    1) Come si vede dai documenti della causa contro apple sono stati i primi a capire l’iphone e capire che bisognava competere con apple. Il risultato è che i loro telefono sono i più simili (apple dice fotocopiati, ma lasciamo le polemiche) all’iphone, quindi samsung usufruisce del traino di apple.
    E’ una cosa comune, fai una cosa che vende e fioccano gli imitatori a prezzi più bassi che si prendono quote di mercato anche perché si confondono con chi ha innovato (vedi crock, vespa, tutti i capi di vestiario che imitano i capi firmati e mille altri esempi)

    2) Il mercato di questi telefoni è fortemente controllato dai gestori che offrono gratuitamente alcuni modelli o spingono tramite la catena di vendita alcuni modelli. Samsung è molto forte nei contratti con i gestori. Intanto apple ha contratti con solo 250 gestori contro i più di 500 di samsung sui circa 600 totali nel mondo. Per esempio il mercato dell’india è solo di samsung, un miliardo di persone e non di apple.
    Inoltre samsung fa tanti modelli che cambia spesso, esattamente come vogliono i gestori, apple fa un modello all’anno che si usa almeno due anni, cosa che ai gestori non piace.
    Comunque anche nokia, rim, htc etc… hanno contratti con circa 500 gestori e forti capacità di accordarsi con i gestori, ma sembra che samsung si sia fatta preferire, mi domando come, soldi di marketing?

    • http://www.hymntofuture.com/ Davide Costantini

      Bella domanda Emilio. Sicuro Samsung ha preso di punta Apple ma con il tempo sta anche cercando di distinguersi (molto gradualmente).

      L’anno scorso passavano i banner su MSN con scritto “Galaxy S II, bianco o nero, smartly different”. Oggi invece siamo a “designed for humans”. Questo significa qualcosa.

      Credo che la forza di Samsung sia in due punti:

      – integrazione verticale mostruosa;

      – distribuzione commerciale.

      Alcuni anni fa, quando frequentavo economia a Perugia, venne una responsabile marketing di Nokia per parlare di quote di mercato e web 2.0. A sentirlo oggi fa un po’ effetto.

      Ci disse che Nokia era forte perché parecchio integrata verticalmente. Si riferiva probabilmente alla fusione software-hardware che poi ha reso vincente Apple.

      Ma con Samsung il punto è diverso. Loro riescono a saturare i volumi con le commesse esterne ed hanno la possibilità di produrre tutto in casa. Essendo notoriamente competitivi nella produzione di semiconduttori, NAND flash e pannelli, possiamo intuire che godano di ottimi costi di produzione.

      Dal punto di vista commerciale hanno saputo spingere su tutti i canali a disposizione. Probabilmente la forte presenza nell’elettronica di consumo li ha aiutati al contrario di altri player come Motorola o HTC. LG invece credo che paghi il design dei loro prodotti.

      Che ne pensi?

    • http://www.hymntofuture.com/ Davide Costantini

      Ah Emilio, fai conto che il fatturato di Samsung comprende tutti i device mobile, compresi tablet e media streamer. I numeri precisi non li abbiamo ma se vuoi fare un confronto alla pari Apple vende sicuramente di più.

  • http://www.isophist.com/ Emilio Orione

    Be per distinguersi si distingono. Per esempio il galaxy ha lo schermo più grosso, però è così grosso che con un solo dito non lo raggiungi tutto e ci vogliono due mani per fare alcune operazioni. Cosi sono meno ergonomici di apple e più scomodi in tasca ma attirano chi preferisce uno schermo grande ad uno ad alta risoluzione come il display retina di apple. Mica una grande distinzione :-)
    Il fatto è che la guerra delle specifiche è roba del passato, i post-pc puntano ad usabilità e ecosistema.
    Ma il fenomeno samsung va al di la dei modelli è proprio la loro forza commerciale come dici tu, perchè in quanto a specifiche ed ecosistema i vari modelli di punta android sostanzialmente si equivalgono o comunque hanno differenze che sono conosciute solo dai nerds non dal grande pubblico che fa fatica anche solo a sapere quale os gira sul telefono.
    Sicuramente samsung ha sfruttato la sua forza commerciale ed il karakiri di rim (nessun modello decente touch) e nokia (suicidio di elop quando ha annunciato la fine di symbian due anni prima di avere prodotti windows phone e comunque prodotti wp ancora inferiori ai concorrenti) che erano di due competitor con maggiore forza commerciale.
    Fatto sta ed è che il mercato non era mai stato cosi dominato da due sole marche. Apple è unica, ma come samsung a livello di prodotti ce ne sono molti altri, è incredibile e parzialmente inspiegabile, almeno per me. Forse è solo la forza del design di apple che spinge apple e samsung! e questo spiegherebbe la mancanza di accordo fra le parti nel processo apple/samsung.