Installazione e configurazione di un server VMware ESXi (2a parte)

VMware LogoIn questa seconda parte della guida andremo ad installare un server ESXi e a creare una prima macchina virtuale di esempio, tramite l’interfaccia vSphere Client per Microsoft Windows.

Il primo passo è quello scaricare l’immagine .ISO di VMware vSphere Hypervisor (ESXi) dal sito VMware e di masterizzarla su un normale CD (ad oggi l’ultima versione è ESXi 5 update 1). E’ possibile anche scaricare versioni precedenti se lo desideriamo, andando a ritroso fino alla 3.5.

Una volta preparato il disco, possiamo avviare il PC su cui andremo ad installare ESXi e configurare il boot da CD. Infine lanciamo la procedura di installazione.

Guida VMware ESXi 2a - 01

Come ci avvisa la procedura stessa – e come abbiamo visto nella prima parte della guida – è necessario verificare che la nostra macchina sia compatibile con ESXi. Il sistema operativo può essere installato su un disco o un RAID di dischi SATA/SAS o anche su una semplice chiavetta USB: se non disponiamo di un drive compatibile non sarà possibile procedere con l’installazione. Stesso discorso vale per la scheda di rete.

Guida VMware ESXi 2a - 02

E’ ora possibile selezionare la destinazione sulla quale installare ESXi. La medesima schermata vi consente di eseguire l’upgrade di una vecchia versione di ESXi (ad esempio dalla 4.1 alla 5) andando a selezionare lo storage contenente l’installazione e mantenendo intatta la struttura degli eventuali datastore/macchine virtuali.

Dopo aver inserito la password di root, ci verranno segnalati eventuali avvisi o errori relativi all’hardware del nostro sistema. Se non ci sono errori possiamo premere F11 e proseguire con l’installazione. Una volta completata, possiamo togliere il CD e riavviare la macchina.

Avviato ESXi, ci troviamo di fronte alla schermata principale dalla quale, tramite il tasto F2, possiamo procedere con la configurazione della rete di management necessaria per l’accesso con vSphere Client. Selezionando “Configure Management Network” si accede alla schermata seguente.

Guida VMware ESXi 2a - 03

Su Network Adapters troviamo l’elenco delle schede di rete installate nel sistema e possiamo eventualmente abilitarle o disabilitarle a nostro piacimento. E’ possibile anche impostare delle VLAN, utile per particolari esigenze di rete, ma non nel nostro caso di prova. Al contrario, è importante specificare l’IP (non tratteremo l’IPv6 in questa guida) e i server DNS per risolvere i nomi host: la configurazione di base avviene tramite DHCP, quindi se avete un server DHPC nella vostra rete avrà già assegnato ad ESXi un indirizzo IP. In ogni caso, consiglio caldamente di assegnare un indirizzo IP statico al server.

Pagina: 1 2